Autore: Martin Rance
Categorie: Eventi

Torna a Firenze, su invito di Sabino Berardino, per la preview di Winetown 2013 di lunedì 13 maggio, Franco Pepe, sempre più protagonista della nuova primavera della pizza napoletana.
Dopo la prima volta a gennaio 2013, che aveva visto esauriti i cento posti previsti per la serata, questa volta è andata ancora meglio: in quindici minuti sono terminati tutti i posti a disposizione e la lista di attesa è lunghissima.
Per capire meglio chi è Franco Pepe, e perché suscita tanto entusiasmo, gli abbiamo rivolto qualche domanda.

Franco Pepe, superstar della pizza. Sold-out due volte di fila a Firenze. Come suona? Se l’aspettava?
Suona bene! È sempre una sorpresa gradita riscontrare l’interesse degli amanti della mia pizza: per me è un onore, soprattutto quando gioco fuori casa. Le conferme del pubblico per me sono importanti, sono la riprova che il mio percorso è fonte di soddisfazione per me e per gli altri. Per questo motivo sono molto felice di ritornare a Firenze, dove ho apprezzato l’affetto e il calore con cui mi hanno accolto l’ultima volta.

A detta di tutti quelli che l’hanno assaggiata, una delle migliori pizze d’Italia, se non la migliore. Usiamo un termine abusato: “il segreto”. Qual è il segreto di Franco Pepe?
Cerco sempre di dare il massimo e ogni giorno è l’impasto che arriva in tavola che parla per me, nel rispetto di sè stessi, del cliente e del mio lavoro. Sono le emozioni che risveglia la mia pizza a darmi nuova energia e alimentano la mia passione, il vero ingrediente segreto.

A leggere menù ed ingredienti delle sue pizze, si denota un forte legame col territorio, quello casertano in primis. Scarola, olive caiazzane, nero casertano Ingredienti poco conosciuti di una terra che, a parte la mozzarella di bufala, non è spesso sulle tavole degli italiani…
Non si puó scindere l’uomo dal territorio in cui vive. Senza il mio territorio sarei solo un panificatore. Lavoro in osmosi con i produttori e i prodotti che raccontano la mia terra, li ricerco con cura perchè le mie pizze siano, come me, piena espressione dell’Alto Casertano e veicolino la nostra identità enogastronomica, anche fuori dai nostri confini.

Leggo sulla presentazione del sito:” Pepe in Grani è il nuovo progetto di Franco Pepe dedicato alla pizza, alla ricerca e all’accoglienza”. La pizza ovviamente è protagonista, l’accoglienza di rilievo nella nuova splendida sede di Pepe in Grani, e la ricerca? Dove va Franco Pepe?
La ricerca è costante e in continua evoluzione. Il mio impegno è silenzioso e giornaliero: si sviluppa quotidianamente nel rapporto con il mio staff, i fornitori, l’agronomo, i mulini e punta alla continuità di un impasto che soddisfi il cliente ogni giorno, che è poi la vera sfida del professionista.

Photo by Pagina Facebook di Pepe in Grani

Potrebbe interessarti anche:

Una risposta.

  1. Sabino scrive:

    grande Franco Pepe: farà di sicuro, di nuovo, meraviglie !
    ;-)

Rispondi