Il gusto agrodolce ha origini antiche, vi sono tracce della coppia miele-aceto già nella cucina romana antica e poi successivamente si ritrovano abbinamenti di ingredienti dolci e aromatici nei ricettari del Medio Evo e del Rinascimento. Solo alla fine del seicento con l’egemonia della cucina francese in Italia, fu introdotta una distinzione netta tra i due gusti. Ancora nel 1970 Piero Camporesi, in una nota di commento al libro dell’Artusi, […]