Autore: Gina Valeri
Categorie: Cucina, In evidenza, Ricette

Senza dubbio gli italiani, ed a ragione, si vantano di tutti i piatti che hanno attinenza con la pasta, avendo ogni regione, provincia, comune, città, il piatto tipico di specialità di pasta.
Ma anche gli americani hanno un piatto di pasta tipico di cui essi sono ghiotti, il “Mac-n-Cheese”. Le mamme americane servono questo piatto ai loro bambini perché sanno a priori che questi lo mangeranno di gusto senza fare storie.

Il presidente americano Thomas Jefferson ne importò la ricetta di ritorno da uno dei suoi viaggi in Francia e Nord Italia verso la fine del Settecento. In verità egli scrisse estensivamente di come era rimasto affascinato dal modo in cui questo piatto veniva preparato, ed in special modo di come veniva prodotta questo tipo di pasta corta. Successivamente egli fece onore a questa pietanza facendola servire ad una cena di Stato nella sua casa di Monticello in Virginia.
Questa ricetta culinaria é così radicata nella cultura politica statunitense, che le é stata dedicata una ricorrenza speciale; ogni 14 di luglio infatti viene ricordato il giorno dei maccheroni al formaggio con il “National Macaroni and Cheese Day”.

Anche se esistono molte varianti, alcune più ricche di altre, alla fine tutte contengono tre ingredienti di base: pasta corta di medio formato, burro e qualsiasi tipo di formaggio fondente (cheddar, raclette, comté, edam, fontina), esclusa la mozzarella ed affini.
In questa ricetta troverete un modo facile ed unico di preparare la besciamella: questa, mentre aggiunge nuovo gusto, aiuta ad amalgamare gli ingredienti facendone scaturire tutto il gusto ad ogni boccone.

Ingredienti

500g pasta corta
60g di burro
40g di farina
Un pizzico di noce moscata, grattugiata
1 litro di latte
500g di una combinazione di vari tipi di formaggi fusi, grattugiati a strisce, quello che é disponibile (sono suggeriti muenster, cheddar, comté, gruyere, emmentaler, raclette, fontina)
Pane grattugiato per spolverizzare sopra l’impasto
Olio d’oliva extravergine
Sale
Pepe

Volendo, si possono aggiungere pezzetti di bacon, prosciutto, cipolla, aglio, funghi, erba cipollina, aneto e perfino aragosta.

Attrezzatura necessaria
Una frusta
Una grattugia per formaggi
Una grattugia per la noce moscata
Una teglia misura 20-25cm, profonda circa 5-7 cm

Procedimento
1. Accendere il forno a 180 gradi.
2. In una pentola grande, portare l’acqua per la pasta ad ebollizione e preparare la pasta facendola cuocere al dente, anche un po’ meno cotta per evitare che si scuocia nel forno.
3. Nel frattempo che la pasta si cuoce, preparare una besciamella:
a. In una pentola, sciogliere il burro a fuoco medio.
b. Aggiungere la farina un po’ alla volta, spolverizzando sopra il burro.
c. Amalgamare bene facendo cuocere bene la farina.
d. Versare il latte lentamente, mescolando con una frusta in continuazione per evitare noduli.
4. Aggiungere noce moscata alla besciamella.
5. Portare ad ebollizione.
6. Aggiungere la combinazione di formaggio alla Besciamella ed amalgamare bene.
7. Nella teglia, versare la pasta scolata, ed aggiungere la besciamella, mescolando l’impasto bene.
8. Spolverizzare l’impasto con una quantità di pane grattugiato abbondante e dell’olio.
9. Mettere al forno per circa 30-40 minuti finché fa una crosta dorata e si vedono le bollicine (fare attenzione a che la crosta non bruci.)
10. Togliere dal forno e far riposare 5 minuti prima di servire.

Porzioni
Rende 10 porzioni abbondanti. Buon appetito!

Potrebbe interessarti anche:

2 risposte.

  1. emanuela scrive:

    HO PROVATO i famosi Mac’n'cheese fatti da Gina , seguendo la sua ricetta qui ci ha regalato !!!!!. E ve li consiglio con tutto il cuore . Da non perdere !

  2. emanuela scrive:

    Non conoscevo assolutamente la parte storica dei “macaroni and cheese” , che fossero stati importati da Jefferson e della festa nazionale del 14 luglio ( non dirmi che ci sai nessun legame con i nostri cugini francesi e la loro festa della Bastiglia !! )
    Ottima la variante della besciamelle che sicuramente rende il piatto piu’ raffinato e appetitoso. E’ comunque verissimo come dice Gina , che ogni mamma americana va sul sicuro presentando ai figli questo piatto che piace sempre a tutti .

Rispondi